On line il Video Ufficiale del DFF9

E’ stato pubblicato il Video Ufficiale della nona edizione del Dieciminuti Film Festival. In attesa della decima edizione, godetevelo!

It’s on line the Official Video of the nineth edition of Dieciminuti Film Festival. Waiting for tenth edition, enjoy it!

I LOVE DIECIMINUTI

Annunci

DFF9 Visti da Vicino: Numeri Voto del Pubblico e Motivazioni Giuria

Chiuso il festival, diamo anche un pò di numeri ufficiali della nona edizione. La sezione Visti da Vicino, dedicata ai corti della provincia di Frosinone, è stata come di consueto animata dal voto del pubblico in sala. Questi i dati definitivi sia della prima fase che della fase finale:

PRIMA FASE (15-16-17 Gennaio 2014)

Onirika di Eugenio Compagnoni (Ceccano): 109 voti (15/01 votanti 184: 59%)

Operazione Icaro di Elia Capoccetta (Ceccano): 72 voti (16/01 votanti 141: 50%)

207 passi indietro di Marino Cervoni (Ceccano): 74 voti (17/01 votanti 228: 33%)

Cerebral Stand by di Daniele Fontana (Frosinone): 74 voti (17/01 votanti 228: 33%)

Non è un Paese per porci di Andrea De Simone (Sora): 47 voti (15/01 votanti 184: 26%)

L’uomo più fortunato del mondo di Eliana Grimaldi (Arce): 39 voti (16/01 votanti 141: 28%)

Follie da Patentino di Filippo Scalisi (Esperia): 37 voti (17/01 votanti 228: 16%)

Sono una Donna di Erika Panella (Ceccano): 30 voti (16/01 votanti 141: 22%)

Il Respiro della Formica di Paolo Pace (Ferentino): 29 voti (17/01 votanti 228: 13%)

Cinquantore di Andrea Ferrara (Esperia): 15 voti (15/01 votanti 184: 8%)

Il Telefonino No di Americo Tiberi (Torrice): 14 voti (17/01 votanti 228: 5%)

Queen of the Tiger di Ivano Verrelli (Ceccano): 13 voti (15/01 votanti 184: 5%)

FASE FINALE (19 Gennaio 2014)

 207 PASSI INDIETRO di Marino Cervoni (Ceccano): 98 voti pari al 35,00%

ONIRIKA di Eugenio Compagnoni (Ceccano): 94 voti pari al 34,00%

CEREBRAL STAND BY di Daniele Fontana (Frosinone): 77 voti pari al 28,00%

OPERAZIONE ICARO di Elia Capoccetta (Ceccano): 11 voti pari al 3,00%

La sezione Visti da Vicino, oltre al voto popolare, prevedeva anche una Menzione della Giuria (composta da Daniele Luchetti, Vincenzo Martorella, Dario Facci, Elio Corsi e Stefano Mattone). La Giuria ha assegnato la Menzione ad Operazione Icaro di Elia Capoccetta, con la seguente motivazione: “Per aver sostenuto una narrazione in linea con i canoni tipici del cortometraggio classico, raccontando brevemente una storia completa, racchiusa entro un inizio ed una fine definiti passando attraverso un climax centrale coinvolgente“.

1454541_579221105493907_2045737689_n

DFF9, i ringraziamenti

Può sembrare una cosa facile scrivere una nota di ringraziamento dopo 5 giorni così intensi, invece è davvero complicato.

Sono state troppe le emozioni, troppe le persone incontrate, troppi gli aneddoti da raccontare, troppe le cose belle. Per questo ci proveremo, con il timore di dimenticare qualcosa.

Questa nona edizione del Dieciminuti Film Festival ci ha portati ad un punto di svolta. 585 corti iscritti, 1500 spettatori in 5 serate, 50 iscritti ai due workshop pomeridiani, decine di persone accorse da tutta Europa e tante, tantissime nuove relazioni di amicizia e professionali avviate e da costruire per il futuro.

Non sappiamo davvero da dove cominciare!

Per questo motivo, andremo con ordine.

Ringraziamo prima di tutto i 585 registi, provenienti da 54 diverse nazioni in rappresentanza di 5 continenti che hanno inviato i loro cortometraggi al nostro festival, contribuendo così a renderlo sempre più internazionale e soprattutto sempre più di qualità.

Ringraziamo i 47 volontari dell’Associazione IndieGesta che dal mese di febbraio, e più intensamente dal mese di novembre, hanno lavorato alla costruzione e realizzazione di questo evento sempre più articolato e complesso.

Ringraziamo Markus Jastraunig e Max Preiss, due professionisti diventati in questi giorni anche nostri amici fraterni, che hanno tenuto con simpatia ed estrema competenza due bellissimi workshop sulla recitazione per il cinema (Markus) e sull’illuminazione per il cinema (Max), coinvolgendo e conquistando i 50 allievi che hanno affollato i loro corsi offerti gratuitamente agli studenti delle scuole superiori e a un prezzo ridicolo a tutti gli altri, questo per far capire che con la cultura si possono fare sì dei sacrifici, ma senza essere ipocriti.

Ringraziamo l’Amministrazione comunale di Ceccano per il patrocinio e sostegno e gli sponsor commerciali che con i loro contributi ci hanno consentito di poter organizzare un festival di livello internazionale con il budget di una modesta sagra di paese, un capolavoro di gestione economica di cui andremo sempre fieri.

Ringraziamo gli allievi dei nostri corsi del 2013, sono stati tanti, sono stati bravi e ricettivi, e ci inorgoglisce che molti di loro siano stati in concorso nella sezione locale del festival e uno di loro abbia ottenuto il premio del pubblico. E’ il segno che quando lanciammo 4 anni fa l’idea di una scuola di cinema per far sbocciare nuovi talenti da far crescere dentro il festival eravamo sulla strada giusta, e che quella strada bisogna continuare a percorrerla.

Ringraziamo uno ad uno i 1500 spettatori che hanno invaso il cinema Antares in questi 5 giorni, che hanno accettato di farsi fare le foto sul nostro red carpet, che hanno saputo attendere quando c’era qualche problema, che hanno potuto godere del lavoro che avevamo preparato per loro riempiendoci il cuore di applausi.

Ringraziamo Bruno Di Marino, che ci ha introdotti a Méliès; Domitilla D’Amico, che ci ha fatti entrare nel mondo del doppiaggio con una bella chiacchierata insieme ai nostri pazzi amici giornalisti Vincenzo Martorella e Dario Facci; Annalisa Liberatori, che ci ha dato un grande sostegno pratico e morale; Romina Moscato, che ha condotto ancora una volta con bravura la serata finale; Elio Corsi e Adamo D’Agostino, che hanno rappresentato nel migliore dei modi la Giuria Ufficiale e la Giuria Animazioni del festival.

Ringraziamo Max, Markus, Emilia, Anne-Katrine, Uggy, la piccola Siry, Denis, Sergiu, Balasz, Eszter, per essere venuti a Ceccano dalle loro belle città (Vienna, Berlino, Copenhagen, Chisinau, Budapest) e per essere stati con noi come membri della nostra strampalata e rumorosa famiglia, internazionalizzando a nostro modo questa edizione del festival.

Ringraziamo Andrea Vanzo e Marisa Vallone, accorsi al festival per ritirare i loro premi, ma soprattutto Giorgio Colangeli, grande signore del cinema italiano, esempio di professionalità, umanità e vicinanza verso i giovani, ci ha colpito molto la sua presenza, e ci darà nuovi stimoli per crescere sempre di più in futuro.

Ringraziamo le persone che ci assistono sempre quando siamo in difficoltà, partendo dai nostri familiari, che ci supportano e sopportano sempre, anche quando alla vigilia dell’evento siamo nervosi e intrattabili, ma che ci danno con la pazienza e il sostegno l’energia vitale per andare avanti e fare sempre meglio.

Il prossimo anno il festival taglierà il traguardo delle 10 edizioni, lavoreremo da subito per farne una edizione grandiosa.

65676_579219282160756_856837619_n

DFF9, trionfa l’ungherese FINALE di Balasz Simonyi

E’ ungherese il vincitore della nona edizione del Dieciminuti Film Festival. Balasz Simonyi, con il suo applauditissimo Finale, ha trionfato nella Sezione Ufficiale della kermesse ceccanese raccogliendo una vera e propria ovazione sia nel corso delle serate di proiezione sia durante la cerimonia di premiazione. Sul palco dell’Antares, il regista Simonyi ha ringraziato la Giuria presieduta da Daniele Luchetti e il pubblico in sala con un messaggio preparato in perfetto italiano, conquistando tutta la platea.

Una cerimonia di premiazione aperta, come di consueto, dalla finale della sezione Visti da Vicino, riservata ai cortometraggi della provincia di Frosinone che si sono contesi il voto del pubblico in sala. In finale erano arrivati: Onirika di Eugenio Compagnoni, Operazione Icaro di Elia Capoccetta, Cerebral Stand By di Daniele Fontana e 207 passi indietro di Marino Cervoni.

La sfida è stata molto agguerrita e il risultato finale del voto popolare è stato:

207 passi indietro di Marino Cervoni (98 voti);

Onirika di Eugenio Compagnoni (94 voti);

Cerebral Stand By di Daniele Fontana (77 voti);

Operazione Icaro di Elia Capoccetta (11 voti).

Sempre per la sezione Visti da Vicino, la Giuria presieduta da Daniele Luchetti e composta da Vincenzo Martorella, Dario Facci, Elio Corsi e Stefano Mattone ha assegnato la Menzione della Giuria al corto Operazione Icaro di Elia Capoccetta. Passando agli altri premi assegnati nella giornata di ieri, questi i corti premiati con la statuetta dell’Ercole:

It’s Hungarian the winner of the ninth edition of the Dieciminuti Film Festival. Balasz Simonyi, with its acclaimed Finale, triumphed in the Official Section of the festival collecting a standing ovation both during the evenings and during the screening of the award ceremony. On stage at Antares, the director Simonyi thanked the jury headed by Daniele Luchetti and the audience with a message prepared in perfect Italian, conquering the whole audience. The awards ceremony was open, as usual, by the final of the section Visti da Vicino, for short films coming from the province of Frosinone, who contested the vote of the audience. In the final were arrived: Onirika by Eugenio Compagnoni, Operazione Icaro by Elia Capoccetta, Cerebral Stand By by Daniele Fountana and 207 passi indietro by Marino Cervoni. Also for the Visti da Vicino section the Jury presided by Daniele Luchetti and composed by Vincenzo Martorella, Dario Facci, Elio Corsi and Stefano Marrone has awarded the Mention of the Jury at short Operazione Icaro by Elia Capoccetta.

Moving on to other awards yesterday, these are the courts awarded the statuette of Hercules:

SEZIONE UFFICIALE / OFFICIAL SELECTION
Miglior Film / Best Short Film: FINALE di Balasz Simonyi (Ungheria)
Miglior Sceneggiatura / Best Screenplay: Xavier Douin per SI TU VEUX REVOIR TA MERE di Xavier Douin (Francia)
Miglior Montaggio  /Best Editing: Naghi Nemati per HANNANEH di Dariush Ghazbani (Iran)
Miglior Fotografia / Best Cinematography: Julian Landweer per DOMOJ di Simona Feldman (Germania)
Miglior Attore / Best Actor: Giorgio Colangeli per SOTTO IL CELLOPHANE di Marisa Vallone (Italia)
Miglior Attrice / Best Actress: Anne-Katrine Heuser per LITTLE LIGHT di Emilia Ondriasova (Danimarca/Slovacchia)
Miglior Colonna Sonora / Best Soundtrack: Andrea Vanzo per SHAME AND GLASSES di Alessandro Riconda (Italia)

SEZIONE ANIMAZIONI / ANIMATIONS
Miglior Animazione / Best Animation: DJI DEATH FAILS di Dmitri Voloshin (Moldova)
Premio dei Bambini / Children’s Prize: HOPE? di Simone Giampaolo (Svizzera)

SEZIONE EXTRALARGE / EXTRALARGE
Miglior Film / Best Short Film: CAPTAIN T&T di Christopher Guinness (Trinidad & Tobago)

SEZIONE SPOT
Miglior Spot: DISPLACEMENT di Magdalena Cernadas (Argentina)

SEZIONE VISTI DA VICINO (reserved to authors from Province of Frosinone)
Menzione della Giuria / Jury Prize: OPERAZIONE ICARO di Elia Capoccetta
Premio del Pubblico / Popular Prize: 207 PASSI INDIETRO di Marino Cervoni

Balasz Simonyi ritira il premio per il miglior film

Nona edizione: quarta serata e grande finale

Immagine

Penultima serata svolta in grande stile: presentazione dei corti prodotti da Indiegesta realizzati nell’ambito della Dieciminuti Academy, anteprima dell’episodio pilota di Prometeo.La serie di Alessandro Ciotoli.

Tutto può succedere sul palco del Dieciminuti e ieri sera abbiamo avuto l’ennesima prova, una simpatica messa in scena ha visto protagonista uno studente Giapponese che si è improvvisato presentatore e parlando nella sua lingua, ha lasciato il pubblico sbalordito, tutto questo per introdurre la divertente e intensa chiacchierata con Domitilla D’amico. La doppiatrice ha entusiasmato il pubblico raccontando delle sue esperienze e delle sue collaborazioni storiche, come quella con Bertolucci.

Gli occhi della sala dell’Antares assistono ad uno spettacolo che regala forti emozioni, ricordando che la passione e l’amore per il cinema è per Indiegesta una costante rilevante in tutto il lavoro annuale dello staff, l’organizzazione di questo evento arrivato ormai alla nona edizione impegna molto tempo e dedizione. Non solo spettatori e costruttori di questa grande dimostrazione di arte ma volutamente partecipi a 360°.

Oggi pomeriggio grande chiusura con le premiazioni dei corti vincitori delle varie sezioni e l’attesissima proclamazione del vittorioso corto “Visti da vicino”, ricordiamo che per la votazione finale sono presenti quattro corti  Onirika (di Eugenio Compagnoni), Operazione Icaro (di Elia Capoccetta), Cerebral Stand By (di Daniele Fontana), 207 Passi indietro (di Marino Cervoni).

Ultimo imperdibile appuntamento ore 17:00.

Nona edizione: una terza serata esplosiva

Immagine

Un venerdì sera targato Indiegesta che lascia il segno, per il terzo appuntamento con il Diceminuti 9 la sala era stracolma di gente, il pubblico divertito, emozionato, stupito e innamorato di tutti i cortometraggi proiettati. Come ogni sera belle storie raccontate e immagini viste che restano nella mente, professionalità e grande tecnica, ma anche leggerezza e voglia di improvvisarsi registi tutto questo e molto di più traspare dallo schermo dell’Antares in questi giorni; quasi come se Ceccano si trovi immersa in un mondo di sogni realizzabili e per qualche giorno riesca a vivere in una luce diversa.

Attori famosi con Io.. Donna di Pino Quartullo (Italia) , paesaggi animati in Happily ever after di Ben Genislaw e Yonni Aroussi, vicende assurde per il francese Bébé a tout le Prix di Guillaume Clicquot, immancabile l’omaggio a Méliès nella sezione Esplorazioni.

Vissuta tutta ad un fiato la parte dedicata alla sezione Visti da vicino, ci ha regalato molte sorprese ed ha visto trionfare due corti a pari merito:

Cerebral Stand By (di Daniele Fontana- Frosinone) 33%

207 passo indietro (di Marino Cervoni – Ceccano) 33%

Follie da patentino (di Filippo Scalisi – Esperia) 16%

Il respiro della Formica (di Paolo Pace – Ferentino) 13 %

Il telefonino no (di Americo Tiberi – Torrice) 5 %

Finalmente sono stati decretati i finalisti, Domenica 19 dalle ore 17 durante l’appuntamento conclusivo del festival scopriremo chi si aggiudicherà il tanto ambito premio Visti da vicino DFF9, troviamo in finale:

Onirika (di Eugenio Compagnoni- Ceccano)

Operazione Icaro (di Elia Capoccetta – Ceccano)

Cerebral stand by (di Daniele Fontana – Frosinone)

207 passi indietro (di Marino Cervoni – Ceccano)

Il Dieciminuti c’è anche stasera e non potete mancare, ci sarà un’ospite d’eccezione Domitilla D’amico la bravissima doppiatrice ha dato la voce, tra le altre, ad Eva Green in The Dreamers di Bernardo Bertolucci e vanta una carriera lunghissima iniziata a soli quattro anni quando ha lavorato per un progetto diretto da Federico Fellini.

Durante lo Spazio Cinema Italiano “Doppiaggio o Voce Originale?” Vincenzo Martorella intervisterà Domitilla sui segreti, aneddoti, pareri e spiegazioni riguardanti il suo affascinante lavoro.

Ci saranno molte altre sorprese imperdibili: i corti targati Indiegesta e verranno consegnati gli attestati di partecipazione ai Workshop svolti in questi giorni.

Inoltre vi ricordiamo di continuarci a seguire sulle pagine ufficiali (Facebook e Twitter) Indiegesta e Dieciminuti Film Festival, troverete le vostre foto e tutte le informazioni sulle serate della manifestazione, scriveteci, taggateci, condivideteci ed usate sempre l’hashtag #DFF9, facciamo diventare questa esperienza social a 360°.

A stasera ore 21:30 Cinema Antares, #DFF9 “Tutto l’amore per il cinema in Dieciminuti” non fartelo raccontare!

Sabato 18 Gennaio 2014 dalle ore 21.30

I viaggi di Gulliver di Georges Méliès

ESPLORAZIONI

Art Builds Bridges that Bind di Giovanni Masi

INDIEGESTA FILMS

Cosa farò da grande? di Serena Carcasole e I.S. “L. Mastrogiacomo”

SPAZIO DIECIMINUTI ACADEMY

DOPPIAGGIO O V.O.? Incontro con Domitilla D’Amico

SPAZIO CINEMA ITALIANO

Ten Naval Combat di Federico Angeletti

SPAZIO DIECIMINUTI ACADEMY

Dieci di Sabrina Lucchetti

SPAZIO DIECIMINUTI ACADEMY

Combat di Daniele Fontana e Giulia Grande

SPAZIO DIECIMINUTI ACADEMY

Fuga? di Laboratorio FullInMotion coordinato da Serena Carcasole

SPAZIO DIECIMINUTI ACADEMY

Accomodati di Mr. Bobinski

SPAZIO DIECIMINUTI ACADEMY

Prometeo. La Serie. Episodio Pilota di Alessandro Ciotoli

INDIEGESTA FILMS

Alla conquista del Polo di Georges Méliès

ESPLORAZIONI

 

Nona edizione: imprevedibile secondo appuntamento

Immagine

Giovedì sera l’Antares di Ceccano per la seconda sera ospita il DFF9, l’aria più rilassata ed energetica dopo il boom del primo giorno, imprevisti, improvvisi cambi di guardia, sostituzioni da ultimo minuto questo è il bello della diretta.

La rassegna continua a vedere protagonisti cortometraggi provenienti da tutto il mondo Animazione, Spot, Ufficiali, Extralarge.

Ieri è stata la serata del esilarante e toccante “Si tu veux revoir ta mère” di Xavier Douin (Francia) che mette in scena in modo originale i sogni e le speranze di un bambino pronto a tutto per avere il giocattolo tanto desiderato. Lascia il segno anche la visione dei corti italiani “Shame and glasses” di Alessandro Ricorda e “Per carità” di Flavio Costa, sicuramente di forte impatto lo spagnolo “La cruz” di Alberto Evangelio, oggi prodotto comunque unico e entusiasmante a suo modo.

Continua il viaggio nella sezione Esplorazioni dedicata a Méliès con la proiezione di “Cendrillon”, “La tentation de Saint Antoine”, “Guillaume tell et le clown”.Purtroppo nella sezione Visti da vicino ci sono stati dei problemi tecnici con uno dei cortometraggi presenti in gara “Il telefonino no” di Americo Tiberi (Torrice) per questo motivo la votazione è stata, preventivamente, svolta solo sui restanti tre; stasera verrà data la possibilità di vedere e votare il corto in questione.

Ecco qui la classifica parziale:

Operazione Icaro (di Elia Capoccetta – Ceccano) 50%

L’uomo più fortunato del mondo (di Eliana Grimaldi – Arce) 28%

Sono una donna (di Erika Panella – Ceccano) 22%

Tante emozioni e colpi di scena il Dieciminuti è anche questo, continueremo a fare del nostro meglio affinché tutto fili liscio ma piccoli imprevisti possono sempre capitare soprattutto in un Festival creato, curato e realizzato in maniera assolutamente low cost, che nonostante ciò negli anni ha raggiunto risultati brillanti.

Vi aspettiamo stasera per una terza serata sempre più internazionale ed emozionante intanto potete iniziare a consultare il programma qui:

Venerdì 17 Gennaio 2014 dalle ore 21.00

Comix di Marino Guarnieri (Italia)

SPOT

Leo Creciente di Rubén Mateo-Romero (Spagna)

ANIMAZIONI

Kermando di Hamed Akrami (Iran)

ANIMAZIONI

DJI Death Fails di Dmitri Voloshin (Moldova)

ANIMAZIONI

Happily Ever After di Ben Genislaw e Yonni Aroussi (Israele)

ANIMAZIONI

Crushed Willi di Volker Heymann (Germania)

UFFICIALE

Blush di Simone Barbetti (Italia)

UFFICIALE

Finale di Balasz Simonyi (Ungheria)

UFFICIALE

Little Light di Emilia Ondriasova (Danimarca/Slovacchia)

UFFICIALE

Criando Monstruos di Nando Ros (Spagna)

UFFICIALE

Il famoso trucco della scatola di Georges Méliès

ESPLORAZIONI

Una locanda stregata di Georges Méliès

ESPLORAZIONI

Trasmutazioni Impercettibili di Georges Méliès

ESPLORAZIONI

Il Melomane di Georges Méliès

ESPLORAZIONI

We are not slaves di Aynur Askarov (Russia)

EXTRALARGE

Io…donna di Pino Quartullo (Italia)

EXTRALARGE

Bébé a tout prix di Guillaume Clicquot (Francia)

EXTRALARGE

Follie da Patentino di Filippo Scalisi (Esperia)

VISTI DA VICINO (Voto del Pubblico)

Cerebral Stand By di Daniele Fontana (Frosinone)

VISTI DA VICINO (Voto del Pubblico)

Rapunzella di Daniela e Irene Carlevale (San Giovanni Incarico)

VISTI DA VICINO (Voto del Pubblico)

207 passi indietro di Marino Cervoni (Ceccano)

VISTI DA VICINO (Voto del Pubblico)

Il respiro della formica di Paolo Pace (Ferentino)

VISTI DA VICINO (Voto del Pubblico)